ASSOCIAZIONE SALESIANI COOPERATORI

Italia, Medio Oriente e Malta

Cagliari - 8 Aprile 2018 - "Una domenica speciale"

Scritto da Antonio Boccia
Categoria:

Domenica 8 aprile 2018 - Domenica della Misericordia.

Un giorno importante per noi cristiani, chiamati ad essere luminosi per l'abbondanza dei doni del Risorto ricevuti nella Pasqua, che stiamo celebrando e vivendo. Un giorno di grazia per la riscoperta del dono del perdono, della chiamata ad essere misericordiosi come il Padre è ricco di misericordia per ciascuno dei suoi figli. Un giorno speciale per noi Salesiani Cooperatori della Sardegna: ci stringiamo intorno alla nostra Mamma, la Madonna di Bonaria, pellegrini con lei sulle strade del quotidiano per accogliere 12 nuove Promesse che arricchiscono la nostra famiglia.

Ci incontriamo ai piedi della scalinata del Santuario per percorrere insieme un piccolo tratto di strada. É un Pellegrinaggio guidato dalle parole che Papa Francesco disse proprio qui nella sua visita a Cagliari il 22 settembre 2013: “Nel cammino, spesso difficile, non siamo soli, siamo in tanti, siamo un popolo, e lo sguardo della Madonna ci aiuta a guardarci tra noi in modo fraterno. Guardiamoci in modo più fraterno! Maria ci insegna ad avere quello sguardo che cerca di accogliere, di accompagnare, di proteggere. Impariamo a guardarci gli uni gli altri sotto lo sguardo materno di Maria!”.

Entriamo nel Santuario insieme, cantando: è il cuor contento di noi salesiani! Durante la celebrazione eucaristica la Coordinatrice Provinciale, Luisa Rossie il Delegato, don Paolo, accolgono 12 Aspiranti che fanno la Promessa di Salesiani Cooperatori. È un momento semplice, che abbiamo vissuto tante volte, eppure sempre nuovo e carico di emozione: Enrico, Luisa, Stefania, Antonio, Maria Paola, Roberto, Giuseppe, Giovanna, Maria Francesca, Simonetta, Maria Rosaria e Anna Paola che bello avervi con noi!

 Ci intratteniamo sul sagrato: saluti, chiacchiere; è stare insieme, avere l'opportunità di incontrarci, a volte dopo tanto tempo, fratelli e sorelle di tutte le parti della Sardegna. Condividiamo il pranzo, ospiti dell'oratorio di Selargius dove la presenza salesiana è garantita proprio dal Centro locale dei Salesiani Cooperatori. Marco Loni, il nostro bravissimo cuoco con l'aiuto sostanzioso dei centri locali più vicini, ci garantiscono un pranzo da leccarsi i baffi! Grazie!

L'ultima tappa di questa intensa giornata la viviamo nel centro di Cagliari. Via Manno e la Chiesa di Sant'Antonio Abate: da qui nei primi anni del 1900 prese avvio la presenza salesiana in Sardegna. Ci stringiamo attorno a don Angelo che è sempre disponibile a raccontare: così nella nostra mente si svolge il gomitolo delle nostre origini, che ci regala la possibilità di approfondire le nostre radici, riscoprirle. Un piccolo gruppo di Salesiani Cooperatori; un altare di Maria Ausiliatrice; don Rua in visita alla casa di Lanusei per inaugurarla, passa per Sanluri e poi per Cagliari; una statua di Maria Ausiliatrice, donata, onorata, persa più volte e ritrovata; la nascita della prima opera salesiana di Cagliari a viale Fra Ignazio.

E noi che ci ritroviamo ricchi: ricchi di storia, di un passato costruito con costanza, sacrifici e impegno; carichi di un presente di dono e testimonianza, come le nuove promesse che abbiamo accolto e la presenza di tutti noi numerosa e gioiosa, pronta a giocarsi ancora e sempre nel quotidiano; proiettati nel futuro, perché don Bosco possa continuare a percorrere le nostre strade insieme ai giovani della Sardegna.

Nostra Segnora de Bonaria nos acumpanzet sempre in sa vita

Attros annos mengius e cun saludi

Tiziana Basciu Manca