ASSOCIAZIONE SALESIANI COOPERATORI

Italia, Medio Oriente e Malta

GIORNATE DI STUDIO A MATERDOMINI ISPETTORIA SALESIANA MERIDIONALE

Scritto da AmministratoreSITO

Dal 29 Novembre  al 1 Dicembre  2019  Giornate di studio della Famiglia Salesiana a Materdomini (AV)   Relatore don Pascual Chavez - , tra i partecipanti  FMA  SDB  e alcuni laici  tra cui Salesiani Cooperatori della Campania Basilicata  -Calabria Puglia - Exallievi  -Adma  -Una bella iniziativa per sostenere e rendere significativa la Comunione carismatica tra i membri della Famiglia Salesiana del territorio e creare sinergie a livello ispettoriale, regionale e locale tra i diversi gruppi della FS nel sud, per la scelta e realizzazione di iniziative concrete .

a cura  del servizio comunicazione ASSCC .

IL NOSTRO DELEGATO DON GIUSEPPE BUCCELLATO A HONG KONG

Scritto da AmministratoreSITO

EAO Formation of Formators' Seminar


By Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Hong Kong, China, 20 November 2019 -- The EAO Formation of Formators' seminar commenced at Shaukeiwan, Hong Kong on 20 November 2019. The theme of the seminar is: ‘The Spiritual History of St. John Bosco.’ It is being animated by Italian resource Salesian Fr. Giuseppe Buccellato, SDB.

His book, ‘The Roots of the Spirituality of Saint John Bosco,’ offers a study on the least explored subject of spirituality of St John Bosco. He outlines documentary evidence from six important figures in the Catholic Church: St Ignatius of Loyola, St Philip Neri, St Francis de Sales, St Vincent de Paul, St Alphonsus Maria de’Liguori and Don Bosco’s teacher and guide, St Joseph Cafasso. These great saints have had a strong influence on the life and spirituality of Don Bosco.

 

 

The seminar will conclude on 23 November 2019

VERA GRITA Salesiana Cooperatrice (Causa di Canonizzazione )

Scritto da AmministratoreSITO

VERA GRITA  

22 Dicembre Apertura della Causa di Canonizzazione 

 Salesiana Cooperatrice 

Testimoni

 Roma, 28 gennaio 1923 - Pietra Ligure, Savona, 22 dicembre 1969

 Vera Grita fu insegnante di scuola elementare. Da quando a Savona, il 4 luglio 1944, venne calpestata dalla folla che fuggiva per un bombardamento, le lesioni riportate la segnarono irreparabilmente. Aveva 21 anni.Nel 1940si trasferì a Savona dove, nella parrocchia salesiana di Maria Ausiliatrice, partecipava alla messa e frequentava la confessione. Nonostante la malattia, accettò di insegnare in scuole periferiche: Rialto, Erli, Alpicella, Deserto di Varazze. Dal 1963 fu suo confessore il salesiano don Giovanni Bocchi; quando divenne cooperatrice salesiana (1967),si affidò a  don Gabriello Zucconi. Il 19 settembre 1967 iniziò l’esperienza mistica. Mentre pregava davanti al Tabernacolo, risentì la “Voce” che già una volta aveva sentito ad Alpicella, otto anni prima e che la invitava a vivere a fondo la gioia e la dignità di figlia di Dio , nella comunione con la Trinità e nell’intimità eucaristica del Tabernacolo. “Il vino e l’acqua siamo noi: io e tu, tu e Io. Siamo una cosa sola […] lasciami lavorare, non pormi ostacoli […] la volontà del Padre mio è questa: che Io rimanga in te, e tu in Me. Insieme porteremo gran frutto”.Fu il primo di 186 messaggi che costituiscono l’Opera deiTabernacoli Viventi che Vera, lottando con il timore di essere vittima di un inganno, scrisse in obbedienza a don Zucconi. Vera morì a due anni dall’inizio della sua esperienza mistica. Nei messaggi sono espliciti i riferimenti a Don Bosco e al suo “da mihi animas” che tendono a rinnovare nei salesiani il senso dell’unione con Dio e la fiducia in Maria Ausiliatrice, per donare Dio attraverso un apostolato instancabile che cooperi alla salvezza dell’umanità.L’Opera, secondo i Messaggi, viene affidata per la sua realizzazione e diffusione ai figli di Don Bosco: “Ho scelto i Salesiani poiché essi vivono con i giovani, ma la loro vita di apostolato dovrà essere più intensa, più attiva, più sentita”.

STRENNA 2020

Scritto da EDG
«Sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra» (Mt 6,10)
“Buoni cristiani e onesti cittadini”: una Strenna per essere all’altezza delle sfide di un mondo che cambia