Madre Yvonne Reungoat insignita dell’onorificenza di Ufficiale della Legion d’Onore

Scritto da AmministratoreSITO

 Il 30 novembre 2021, a Roma, a Villa Bonaparte, sede dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede, si è svolta la cerimonia speciale di consegna della medaglia di Ufficiale della Legion d’Onore della Repubblica Francese, a suor Yvonne Reungoat,

Madre Generale Emerita dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), fondato il 5 agosto 1872 da San Giovanni Bosco e Santa Maria Domenica Mazzarello in Italia e presente in Francia dal 1877.

madre yvAlla cerimonia erano presenti la Madre Generale dell’Istituto FMA, Madre Chiara Cazzuola, con alcune Consigliere Generali, il fratello e la cognata di suor Yvonne Reungoat, il Vicario dei Salesiani di Don Bosco, don Stefano Martoglio, il Coordinatore Mondiale dei Cooperatori Salesiani, Antonio Boccia, la Vicepresidente delle Exallieve/i delle FMA, Olivia Furlan, il prof. Andrea Riccardi, Fondatore della Comunità di Sant’Egidio, suor Nathalie Becquart, Sottosegretario del Sinodo dei Vescovi, rappresentanti della Congregazione per gli Istituti di Vita Religiosa e le Società di Vita Apostolica, dell’Unione Internazionale Superiore Generali (UISG)  e dell’Unione Superiori Maggiori d’Italia (USMI), la Direttrice della comunità di Casa Generalizia, suor Carla Castellino, con alcune sorelle della medesima comunità, l’Ispettrice dell’Ispettoria “San Giovanni Bosco” (IRO), suor Gabriella Garofoli, la Vicepreside della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”, suor Grazia Loparco, la Vicaria della Visitatoria Maria Madre della Chiesa (RMC), suor Anna Maria Trotti, e le due novizie francesi.

L’Onorificenza è stata consegnata dall’Ambasciatore di Francia presso la Santa Sede, Elisabeth Beton Delègue, che ha manifestato la sua gioia e la sua soddisfazione nell’esprimere la riconoscenza e l’omaggio della Nazione francese a Madre Yvonne Reungoat, per il suo impegno e per la missione che lei svolge al servizio dell’educazione dei giovani più poveri in numerosi Paesi, con tutte le suore dell’Istituto. Ella si è detta particolarmente contenta, perché ha avuto occasione di conoscere le Figlie di Maria Ausiliatrice e la loro missione nel corso della sua lunga carriera diplomatica, in particolare ad Haiti e in Madagascar.

Madre Yvonne Reungoat, da parte sua, si è così rivolta ai presenti: “Ringrazio l’Ambasciatore per questa grande e delicata attenzione, che rivela la sua sensibilità per la promozione, l’empowerment della donna e della donna consacrata, riconoscendo il suo posto specifico nella società. Questa Decorazione desidero dedicarla a tutte le Consacrate del mondo che, donando la loro vita a Dio, la mettono a servizio dei più poveri, dei più svantaggiati, degli scartati. Esse sono presenti spesso negli angoli più isolati della terra, là dove la povertà in tutte le sue forme è estrema, dove la violenza infuria e uccide, ogni giorno, molte donne e bambini innocenti, dove osare manifestare la propria fede è un rischio per la vita. Esse scelgono di restare in mezzo ai loro popoli, condividendo la loro sofferenza, essendo una semplice presenza che si fa vicinanza, cercando di accendere una piccola luce che sostiene la speranza quando l’oscurità sembra invadere l’orizzonte. L’amore, espresso in gesti quotidiani di prossimità, di ascolto, di condivisione, è sorgente di vita nuova”.

Testo Integrale del Discorso ITA - FRA

Suor Yvonne Reungoat, già Cavaliere della Legion d’Onore dal 5 luglio 2012, è stata promossa Ufficiale della Legion d’Onore, il 1° gennaio 2021. Il Decreto di nomina riporta la seguente motivazione: “Da più di un anno ormai, l’intera popolazione francese, e quella dei tanti Paesi nel mondo, si è trovata ad affrontare la grave crisi sanitaria di Covid-19, con grandi conseguenze a livello umanitario, educativo e sociale. Molti cittadini si sono impegnati professionalmente e volontariamente, nella lotta contro il virus, a tutti i livelli e in tutti i settori di attività” (Cf. Gazzetta Ufficiale Francese).

Madre Reungoat ha sempre accompagnato le FMA e Comunità Educanti, sollecitando a “compiere piccoli e quotidiani gesti di carità fraterna, ad essere solidali con i più poveri, i dimenticati, gli esclusi a rafforzare la comunione, ad avere fiducia in Dio Padre, Maestro e Signore della vita ed essere focolai di speranza e di luce ovunque ci chiami la missione salesiana” (Messaggio 11 marzo 2020).

L’Onorificenza della Legion d’Onore è un ordine cavalleresco istituito il 19 maggio 1802 da Napoleone Bonaparte, nonché la più alta onorificenza istituita dopo la Rivoluzione Francese. Attualmente premia, secondo gradi diversi, i meriti eminenti acquisiti nel servizio alla Nazione.

L’Istituto FMA ha accolto con gratitudine la nomina conferita a Madre Yvonne dalla Repubblica Francese, che avrà i suoi positivi riflessi non solo in Francia, ma in tutto il mondo salesiano impegnato a trasmettere i valori del Vangelo ai giovani, così da costruire, attraverso l’educazione, un avvenire sempre più umano, più solidale e più giusto, perché ricco di speranza.

Suor Yvonne Reungoat nasce il 14 gennaio 1945 a Plouénan in Francia. Inizia la formazione alla vita religiosa salesiana a Parigi, dove è ammessa al Postulato nel 1963. Dopo il Noviziato a Lieusaint (Francia) e a Casanova di Carmagnola (Torino), emette la Professione Religiosa come FMA il 5 agosto 1965. Laureata in Lettere-Storia-Geografia all’Università di Lione, in Francia, insegna fino al 1980; successivamente è Animatrice di comunità a Lione, Parigi, (1977-1983), Vicaria ispettoriale (1978 – 1983) e Ispettrice a Parigi (1983-1989). Accompagna in quel periodo anche lo sviluppo della presenza delle FMA in Gabon, a Port Gentil, casa aperta nel 1971, e affiancata in seguito da altre comunità: Oyem e Libreville. Suor Yvonne fin da allora si sente interpellata dall’invio missionario di Gesù: “Andate in tutto il mondo ad annunciare il Vangelo”. La sua vocazione missionaria matura nel tempo e trova conferma nella richiesta di Madre Marinella Castagno, allora Madre Generale, di andare a Lomé in Togo, come Delegata delle Ispettrici di Spagna e di Francia per coordinare le prime comunità del Progetto Africa. Madre Yvonne diffonde la gioia di essere FMA e di dare la sua vita per l’annuncio del Vangelo soprattutto ai piccoli, ai poveri e alle donne.

Nel 1991 è nominata Superiora della nuova Visitatoria “Madre di Dio” dell’Africa Ovest, con sede a Lomé, in Togo, che a quel tempo comprendeva cinque nazioni: Togo, Costa d’Avorio, Mali, Gabon e Guinea Equatoriale. Successivamente si apriranno le comunità del Benin e del Camerun. Il 5 agosto 1992 è nominata Ispettrice della nuova Ispettoria “Madre di Dio”. Durante il suo servizio di animazione privilegia la relazione cordiale e formativa con le suore, l’accompagnamento delle giovani in formazione e l’apertura di comunità in cui accoglierle e prepararle alla missione, la formazione delle animatrici e dei Consigli locali, la promozione creativa di opere per l’educazione dei bambini/e, dei giovani più poveri e delle donne, la collaborazione con i vari gruppi della Famiglia Salesiana. Nel 1996 è eletta Consigliera Generale Visitatrice e nel 2002 Vicaria Generale. Nel 2008 è eletta Madre Generale e nel 2014 viene confermata per un secondo sessennio.

Madre Yvonne è la 9ª Superiora Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Dal 2018 è Presidente dell’Unione Superiore Maggiori d’Italia (USMI) e dal 2019 membro della Congregazione per la Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica.

L’Istituto delle FMA, ad oggi, conta 11.535 religiose in 97 Nazioni dei 5 Continenti. Le Figlie di Maria Ausiliatrice, consacrate a Dio per servire Gesù Cristo in comunità, insieme ai laici e giovani, dedicano la loro vita all’educazione umana, cristiana e salesiana di ragazzi e ragazze. Don Bosco ha scelto come protettrice per loro Maria, l’Ausiliatrice, che ha saputo incarnare e vivere la pedagogia del prendersi cura, che rende concreta la loro passione educativa per le/i giovani e le rende donne generative di vita nel cuore della Contemporaneità.

Fonte: CGFMAnet.org

Categoria: